Back to the artists

Giovanni Campus

Biography

Giovanni Campus (Terranova Pausania - Italia, 1929). Vive e lavora a Milano.

L’avvicinamento all’arte di Giovanni Campus inizia a Genova, dove si trasferisce dal 1948 per studi e dove si volge alla pittura sperimentandone tecniche tradizionali e materiali innovativi. Le prime partecipazioni espositive a carattere nazionale si hanno dal 1960 a Roma, dove stringe rapporti di lavoro con il critico d’arte Giuseppe Appella, mentre frequenta la Libera Accademia di Belle Arti di Livorno. A partire dal 1968 si dedica interamente alla pratica dell’ arte e si trasferisce al Quartier delle Botteghe (comune di artisti) di Sesto S.Giovanni ed in seguito in Brera a Milano. La ricerca di Giovanni Campus si basa sulla percezione fenomenica in atto dell’opera nella sua estensione e relazionalità con gli spazi in cui viene collocata, dando origine a fasi e sviluppi di lavoro sulla determinazione prima della forma, poi delle coordinate temporali e infine della misura, con l’obiettivo di conferire indicazioni epistemologicamente percettibili delle idee che muovono l’immaginario poetico.

Tra le esposizione da ricordare si segnalano: 1∞- New Multiple Art, Whitechapel Art Gallery London, mostra itinerante in sette città inglesi (1970); la partecipazione al Padiglione italiano curato da Palma Bucarelli per la Seconda Triennale Internazionale d’Arte in India, Lalit Kala Akademi, New Delhi (1971); Neue Galerie am Landesmuseum Joanneum, Graz (1976); Sezione italiana della Six British Printing Biennale, Bradford (1979); Experimenthal Art, Yamanashi Museum, Kofù, Giappone (1986); Le vie della Costruzione. Pratiche della Scultura in Italia, a cura di C. Cerritelli, Museo Civico Riva del Garda (1999); Arte in Italia negli Anni Settanta. Arte e Ambiente 1974.1977, a cura di L. Caramel, Erice (2002); Aspetti di Pura Pittura, a cura di K. Wolbert, Museo della Permanente, Milano (2007); Viaggio in Italia, Neue Galerie Am Landesmuseum di Graz (2008); Percorsi dell'Arte Italiana mostra al VAF-Stiftung MART di Rovereto (2011). Tra le acquisizioni museali più importanti si ricordano: Museo Sperimentale, Arte Italiana degli anni sessanta, Galleria Civica d Arte Moderna, Torino, a cura di L.Vinca Masini (1968); Galleria Comunale d Arte, Palazzo Forti, Verona (2006) e Civico Museo d'Arte Moderna G. Fattori, Villa Mimbelli, Livorno, entrambi a cura di Giorgio Cortenova.

-

Giovanni Campus (Terranova Pausania - Italy, 1929). Lives and works in Milan.

Giovanni Campus' approach to art began in Genoa, where he moved in 1948 for studies and where he turned to painting, experimenting with traditional techniques and innovative materials. His first national exhibitions began in 1960 in Rome, where he worked with the art critic Giuseppe Appella, while attending the Free Academy of Fine Arts in Livorno. From 1968 he devoted himself entirely to the practice of art and moved to the Quartier delle Botteghe (artists' commune) in Sesto S. Giovanni and later to the Brera District in Milan. Giovanni Campus' research is based on the ongoing phenomenal perception of the work in its extension and relationality with the spaces in which it is placed, giving rise to phases and developments of work on the determination first of form, then of temporal coordinates and finally of measure, with the aim of giving epistemologically perceptible indications of the ideas that move the poetic imagination.

Among the memorable expositions, one marks: 1∞- New Multiple Art, Whitechapel Art Gallery London, travelling exhibition in seven English cities (1970); the participation in the Italian Pavilion curated by Palma Bucarelli for the 2nd International Triennial of Art India, Lalit Kala Akademi, New Delhi (1971); Neue Galerie am Landesmuseum Joanneum, Graz (1976); Italian section of the Six British Printing Biennale, Bradford (1979); Experimenthal Art, Yamanashi Museum, Kofù, Japan (1986); Le vie della Costruzione. Pratiche della Scultura in Italia, curated by C. Cerritelli, Museo Civico Riva del Garda (1999); Arte in Italia negli Anni Settanta. Arte e Ambiente 1974 -1977, curated by L. Caramel, Erice (2002); Aspetti di Pura Pittura, curated by K. Wolbert, Museo della Permanente, Milan (2007); Viaggio in Italia, Neue Galerie Am Landesmuseum in Graz (2008); Percorsi dell'Arte Italiana exhibition at the VAF-Stiftung MART in Rovereto (2011). Among the most important museum acquisitions are: Museo Sperimentale, Arte Italiana degli anni sessanta, Galleria Civica d'Arte Moderna, Turin, curated by L.Vinca Masini (1968); Galleria Comunale d'Arte, Palazzo Forti, Verona (2006) and Civico Museo d'Arte Moderna G. Fattori, Villa Mimbelli, Livorno, both curated by Giorgio Cortenova.